×
LA TUA GUIDA

ESPLORA
OFFERTE
COMPARA HOTEL
Porta San Sebastiano
Porta San Sebastiano
La porta, chiamata in origine Porta Appia perché attraversata dalla via omonima, è la più grande delle Mura Aureliane e tuttora in ottimo stato di conservazione. In origine presentava due ingressi gemelli ad arco, ai lati dei quali erano due torri semicircolari. 

Successivamente le torri furono ampliate e rialzate di un piano mentre all’interno venne creato un cortile fortificato. Probabilmente sotto Onorio (395-423 d.C.) i due ingressi furono ridotti ad uno solo, che costituisce l’attuale apertura, e le torri inserite in due grandi basamenti quadrati rivestiti di marmo. 

Nello stipite destro della porta - rispetto a chi esce – sono ancora visibili, incise nel marmo, la figura dell’arcangelo Gabriele e un’iscrizione medievale. Quest’ultima ricorda la battaglia vittoriosa del popolo romano contro Roberto d’Angiò, avvenuta nei pressi della porta nel 1327. 

Gli ambienti interni subirono numerose trasformazioni soprattutto negli anni 1942-43, quando l’edificio divenne residenza di Ettore Muti, segretario del partito fascista. Oggi vi ha sede il Museo delle Mura.





Sei del posto? Cosa ne pensi di Porta San Sebastiano? Loggati per suggerirlo!
Porta San Sebastiano
ZonzoFox
4.2

INFORMAZIONI PRATICHE

INDIRIZZO: Via di Porta San Sebastiano 18, Roma
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE...